venerdì 25 agosto 2017

Finalmente le ferie💛

Vado in ferie (finalmente!) e ci ritroviamo su questo blog venerdì 22 settembre😚

venerdì 11 agosto 2017

L'emozione di osare🎲

Osare e' una delle cose che mi emoziona di più e di cui ho molto bisogno nelle mie fasi di trasformazione...
Sono una persona abbastanza razionale e pratica, nonostante l'emotività fervida e travolgente, ed i rischi sono previsti e calcolati nella giusta misura, per cui oso coscientemente e mai in modo irresponsabile...
Osare per me e' mettermi in gioco al di là dei tabù e degli stereotipi che regolano la quotidianità,  condizionandola spesso per difetto... Osare puo' essere un modo di pensare nuovo, sperimentare una variante relazionale diversa, fare una scelta di cambiamento non proprio sicurissima ma istintivamente a misura, cambiare il percorso abituale, spezzare la routine con l'imprevisto...
Osare e' amare me stessa per prima, fidarmi dell'intuito e seguire i miei ritmi anche se sono diversi da quelli del gruppo... Osare e' sentirmi nel pieno possesso della mia anima e della mia bellezza, senza condizioni, oppure seguire il mio talento senza particolari aspettative, o scegliere  di non dipendere da nessuno per la mia felicità, cercandola in ciò che mi piace e mi appaga istante per istante...
Osare e' anche uscire dagli schemi per ottenere ciò che ho sempre desiderato e mai raggiunto, sfidare le paure e perdermi nella bellezza nascosta oltre, dare corpo ad alcune fantasie e lasciare spazio di espressione a parti di me segrete...
Osando sono diventata giornalista pubblicista ed ho incontrato mio marito, e trovato lavoro, e costruito una certa solidità economica, e viaggiato, e creato questo blog...
Osare e' come respirare per me...

venerdì 28 luglio 2017

L'emozione di lasciar andare👋🏻

L'emozione di lasciar andare e' legata alla volontà di passare oltre e subito dopo al sollievo...A volte puoi impiegare anche anni, ma ci sono persone e situazioni che devi lasciar andare per tutelare il tuo benessere. Sono separazioni difficili e sofferte perché speravi di poter cambiare le cose con tutta te stessa ed invece senza la volontà costruttiva dell'altro non facevi che rimanere al palo della frustrazione e della rabbia...Non e' egoismo ma sana protezione di te stessa e dei tuoi legittimi bisogni e diritti, e quando realizzi questa semplice e sacrosanta verità sei già dall'altra parte della strada.
In alcuni casi ciò che devi lasciar andare sono convinzioni, idee e pregiudizi maturati nel passato e non più idonei al tuo presente, fatto di crescita e di ricerca della felicità.
Talvolta hai bisogno di lasciar andare una vecchia immagine di te, quella a cui hai fatto l'abitudine ma in fondo non ti e' mai piaciuta ne' appartenuta, una specie di versione non aggiornata della tua personalità e della tua complessita', che ora chiedono espressione e giustizia... E così vai dal
parrucchiere e cambi taglio, mentre nelle relazioni private e lavorative che contano cominci a sentire ed agire in modo nuovo... All'improvviso scopri che ti piacciono vestiti ed accessori che non avresti mai considerato prima ed hai la prova che la trasformazione e' in corso.
Per me il lasciar andare più impegnativo e salvifico e' stato l'accettazione di ciò che non avevo mai accettato e la decisione di lasciarlo andare e di far scorrere la vita in attesa del nuovo...Un bel giorno ho deciso di attuare il proposito che mi frullava in testa da tempo, e cioè quello di non essere più attaccata a tutto ciò che mi faceva male perché io ero anche e soprattutto altro, altro dagli altri, altro dal passato e dalla storia personale e familiare, altro dal lavoro, altro da scoprire e sperimentare...

venerdì 14 luglio 2017

L'emozione della femminilità💕

Essere donna e' un caleidoscopio di emozioni che non si fermano mai e che a volte controlli a volte no...
Sin dall'infanzia senti il bisogno di prenderti cura e di stabilire una vicinanza con le persone che ami e che contano qualcosa  nel tuo mondo... Poi arriva l'adolescenza ed i primi languori, che ti portano a cercare il tuo completamento nel maschile, così diverso e così affascinante, e la confidenza più intima con le innumerevoli amiche...
Con la giovinezza arriva l'emozione dei sogni e dell'onnipotenza che ti fa sentire al centro dell'universo, carica di energia per realizzare un milione di progetti, mentre continui
a prenderti cura di chi scegli ed a cercare quel completamento col maschile che scopri essere ne' facile ne' scontato... Un giorno pensi a te come mamma per la prima volta, ma sai che dovrai aspettare per la stabilità economica e sentimentale, ben lungi dal realizzarsi nell'immediato...
Intanto sperimenti anche le emozioni negative della femminilità, la competizione con le  altre donne ed il peso della dipendenza affettiva, che ti porta a dire si più del dovuto...L'emozione dell'ingiustizia sociale per cui tu donna devi e dovrai sempre fare il doppio o il triplo  per essere riconosciuta e legittimata, la diseguaglianza nei ruoli lavorativi...
Quando arriva l'amore senti l'emozione più esplosiva di sempre e finalmente il tuo femminile trova quel maschile che cercava e con cui può integrarsi e scoprire la pace e la guerra insieme....
La maternità,  nelle sue mille declinazioni e sfumature emotive che percorrono l'intero arco dell'esistenza femminile, e' un moltiplicatore di empatia, comprensione e perdono...
Anche l'emozione della saggezza e della serenità che vengono dall'esperienza e dagli errori commessi e' potente è fondamentale... Così come l'emozione della scoperta permanente: persone, luoghi, idee, parti di se', culture, opportunità....Sempre con spirito di accoglienza e di cura💕

venerdì 30 giugno 2017

Il mare dentro🐠

Il mare mi emoziona immensamente da sempre💙 Sono nata in un paesino di mare della Calabria ed i miei ricordi sono meravigliosi e legati ad un tempo in cui la speculazione edilizia costiera non aveva avuto la meglio su un paradiso incontaminato... Rivedo l'acqua cristallina in cui ho imparato a nuotare insieme a mio padre, lo scoglio fantastico su cui raccoglievamo e mangiavamo le patelle con mia madre, risento il suono fragoroso della risacca su cui rotolavano noi bambini quando il mare era grosso, rivivo la sensazione ineguagliabile di una lunga nuotata tra amiche, e poi i tramonti ed i falò ammiccanti dell'adolescenza, il fascino malinconico e potente del mare di fine estate ed il luccichio argenteo del mare settembrino💙
Mi ritrovo al piano superiore di casa di nonna, da sola, nel salottino, a contemplare a dicembre l'immensa distesa blu increspata e quasi ghiacciata dalla temibile tramontana, incapace di distogliere lo sguardo e la mente mentre al piano di sotto si fa baldoria con le crespelle natalizie...
Al mare e'  legata la memoria delle fasi di passaggio più importanti della mia vita: il primo costumino col pezzo di sopra, il primo bikini  da donna e gli ingenui batticuori, la prima amica del cuore e le confidenze al tramonto sulla spiaggia, la prima comitiva estiva,  il primo bagno con mio marito durante la nostra mitica "discesa" in Calabria da Roma...
E se mi soffermo rivedo anche noi tre, io mio fratello e mia sorella, a fantasticare sui misteri marini per poi correre forsennati a giocare coi cugini...
Il mare ce l'ho dentro e lo sogno spesso, scorre in me come il sangue nelle mie vene e ritrovarlo fuori  mi rende oltremodo felice💙

venerdì 23 giugno 2017

Emozione Capitale💚

Vivo a Roma da anni ma riesce sempre ad emozionarmi e sorprendermi...
Mi basta poco - si fa per dire - per dimenticare le contrarietà del traffico, dei servizi pessimi  e delle distanze siderali... E' sufficiente scoprire o riscoprire un posto come Villa dei Quintili... Oppure passeggiare una domenica qualunque per Villa Doria Pamphili...O, tornando dal lavoro, scendere d'impulso alla metro Spagna e sedermi sulla scalinata di Trinità dei Monti in mezzo ai turisti, prima di camminare per via della Croce ed uscire su via del Corso all'altezza di Piazza Augusto Imperatore.
E percorrere di sera via dei Fori Imperiali ne vogliamo parlare? O trovarmi davanti il Colosseo all'improvviso, mentre sono sull'81, e lasciare che duemila anni di storia cancellino le amarezze di una giornata di lavoro frustrante...
E quanto mi piace perdermi di giorno o di sera tra le vie di Garbatella per poi sbucare a Via delle Sette Chiese (l'adoro!!!) e mangiare qualcosa al volo sotto gli alberi...
Anche gironzolare per S.Maria Maggiore non e' affatto male, nonostante lo snaturamento demografico dell'Esquilino, oppure passare ore in uno dei tanti mercati rionali (quello del venerdì del Villaggio Olimpico e' il mio preferito!!!)
Andare per mostre con brunch favoloso alle Scuderie del Quirinale ed a Palazzo delle Esposizioni💚
Salire a Monte Mario e guardare dall'alto la città eterna, che spettacolo!
Perché Roma e' Roma. Nonostante tutto...

venerdì 16 giugno 2017

L'emozione della cura❤️

Se c'è un'emozione grande e' quella generata dall'amore per un essere fragile ed indifeso affidato alle nostre cure... Può trattarsi di un figlio, di un fratello minore, di un parente vicino o lontano, di qualcuno che abbiamo scelto di tutelare ed in cui ritroviamo le nostre vulnerabilità, oppure di qualcuno che incontriamo sul nostro cammino professionale...Il cuore ci fa sentire vicini e responsabili, felici di trasmettere fiducia, sicurezza ed insegnamenti ad una creatura che per noi rappresenta l'innocenza e la capacità innata di apprendere...
Ci rivediamo come in uno specchio, con alcune delle nostre caratteristiche esasperate, e proviamo una tenerezza infinita... Qualche volta sorridiamo o ridiamo con indulgenza di una debolezza, interveniamo con comprensione per correggere quello stesso difetto che ci ha procurato tanti guai, o semplicemente osserviamo l'evoluzione del carattere e della personalità...
E' meraviglioso provare questo senso di comunione e somiglianza, ritrovare la nostra bellezza imperfetta in un altro essere umano, essere su una lunghezza d'onda così affine da sembrare identica...
 Ci emozioniamo e ci sentiamo vivi e felici di amare❤️